Lorem Riviste

La visione concorrenziale del tirocinio e dell’apprendistato

19 Aprile 2022 |
Il Ministro del Lavoro è intervenuto innanzi alla commissione Lavoro del Senato per parlare degli strumenti d'ingresso nel mercato del lavoro dedicati ai giovani. Il Ministro evidenzia come alcuni di questi, come il contratto di apprendistato e il tirocinio, sembrano agire in concorrenza tra di loro. L'opportunità offerta dal PNRR è fondamentale per il potenziamento del sistema duale (alternanza scuola-lavoro).
Sommario
L'utilizzo abusivo del tirocinio

Lo scorso 6 aprile 2022 il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, è intervenuto innanzi alla commissione Lavoro del Senato per parlare degli strumenti d'ingresso nel mercato del lavoro.

Nel suo intervento il Ministro si è soffermato sulle misure dedicate ai giovani, al termine o anche durante il percorso scolastico ed in particolare su una razionalizzazione dei percorsi d'ingresso nel mondo del lavoro.

Il Ministro evidenzia che per valorizzare il contratto di apprendistato sia necessario agire sugli altri strumenti normativi che sembrano essere in concorrenza, riducendone la diffusione. Il primo imputato tra le misure concorrenziali è il tirocinio. Difatti “entrambi gli strumenti possono essere utilizzati sia durante un percorso di studi (apprendistato di primo o terzo livello e tirocinio curriculare), sia dopo gli studi (apprendistato professionalizzante e tirocinio extracurriculare).” Come evidenziato anche in commissione Lavoro, le due fattispecie hanno natura giuridica completamente differente, una un contratto di lavoro, l'altra un momento di formazione on the job.

Al tirocinio si imputa però la possibilità di “abusi più frequenti, oltre ad es...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona