Lorem Schede d'autore

Assegno unico universale

10 Gennaio 2024 |
Paolo Bonini

L'Assegno unico universale è una nuova prestazione sociale a carattere universale, operativa dal 1° marzo 2022. Ai genitori, a prescindere dalla posizione da essi occupata nel mondo del lavoro, spetterà un assegno mensile per ciascun figlio a carico, che potrà essere concesso nella forma di credito d'imposta o di erogazione mensile di una somma di denaro.

Sommario
Inquadramento

L'Assegno unico e universale è una nuova prestazione sociale a carattere universale, operativa dal 1° marzo 2022, come previsto dal D.Lgs. 230/2021 nel rispetto dei criteri dettati dalla delega contenuta nella L. 46/2020. Inizialmente, si prevedeva che il Governo avrebbe dovuto tempestivamente esercitare la delega in modo da rendere operativa la nuova prestazione sociale dal 1° luglio 2021. Tuttavia, poiché la delega prevede che il nuovo Assegno debba sostituire non solo diverse prestazioni sociali esistenti (tra cui l'ANF), ma anche, in parte, le detrazioni IRPEF per carichi di famiglia, andando con ciò ad intrecciarsi ai più ampi disegni di riforma fiscale, è stato emanato il DL 79/2021 conv. in L. 112/2021, che ha introdotto il c.d. “Assegno ponte”, o assegno temporaneo, destinato, per il periodo compreso tra il 1° luglio 2021 e il 31 dicembre 2021, alle famiglie che non hanno diritto all'ANF.

Il D.Lgs. 230/2021, fissando la decorrenza dell'Assegno unico dal 1° marzo 2022, ha confermato la vigenza dell'Assegno temporaneo fino al 28 febbraio 2022. Anche la vigenza dell'ANF è quindi confermata fino al 28 febbraio 2022, ivi compresa la maggiorazione di cui all'art...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona