Lorem Come fare per

Gestione Separata INPGI: versamento dei contributi

02 Febbraio 2023 |
I giornalisti che svolgano attività di lavoro autonomo e che siano iscritti all'Albo dei giornalisti sono tenuti all'iscrizione alla Gestione separata INPGI. La guida illustra tutte le modalità di iscrizione alla cassa, le modalità di calcolo e il versamento dei contributi, i termini di scadenza e il regime sanzionatorio. Il 31 luglio scade il termine per il versamento, a titolo di acconto, dei contributi minimi relativi ai redditi dell'anno in corso.
Sommario
Introduzione

L'attività del giornalista può essere svolta sia come lavoro dipendente che in maniera autonoma, nel rispetto dell'art. 2222 c.c., in diverse modalità:

  • mediante l'apertura della partita IVA;
  • come attività giornalistica autonoma occasionale;
  • sotto forma di collaborazione coordinata e continuativa;
  • sotto forma di cessione del diritto d'autore.

La FIEG (Federazione Italiana Editori Giornalisti) e la FNSI (il sindacato dei giornalisti italiani) hanno delimitato ulteriormente quanto previsto dall'art. 2222 c.c., fissando che per tutti i casi di collaborazioni coordinate e continuative, il rapporto di lavoro deve figurare in una lettera-contratto contenente obbligatoriamente la data di inizio e la durata della collaborazione, le prestazioni richieste e il corrispettivo spettante; il costo dei mezzi organizzati resta a carico del collaboratore, con eventuale rimborso delle spese autorizzate. Il corrispettivo deve essere erogato entro 30 giorni dalla consegna della prestazione professionale, a prescindere dal momento di pubblicazione.

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona