Lorem Schede d'autore

Assegno per il nucleo familiare

14 Febbraio 2022 |
Paolo Bonini
L'assegno per il nucleo familiare è una prestazione previdenziale a carico dell'INPS, generalmente anticipata dal datore di lavoro che viene erogata al lavoratore dipendente nel corso dell'attività lavorativa. L'ammontare dell'assegno, che dal 1° marzo 2022 è riconosciuto unicamente ai nuclei familiari non orfanili e senza figli, non concorre né a formare il reddito imponibile ai fini fiscali, né quello ai fini contributivi.
Sommario
Inquadramento

A far data dal 1° marzo 2022, l'ANF per i nuclei familiari con figli è sostituito dall'Assegno unico e universale istituito dal D.Lgs. 230/2021. Da tale data, la prestazione ANF è riconosciuta unicamente ai nuclei familiari non orfanili e senza figli.

L'ANF (Assegno per il Nucleo Familiare) è stato introdotto dall'art. 2 DL 69/88 conv. in L. 153/88, con decorrenza 1° gennaio 1988 in sostituzione degli assegni familiari, delle quote di aggiunta di famiglia, di ogni altro trattamento familiare comunque denominato e della maggiorazione prevista dalla L. 79/83.

Per quanto non previsto dallo stesso art. 2 DL 69/88 conv. in L. 153/88 si continuano ad applicare le disposizioni di cui al DPR 797/55 in materia di assegni familiari. Le stesse disposizioni si applicano peraltro ancora integralmente ai compartecipanti familiari, piccoli coloni, coltivatori diretti, mezzadri e coloni e pensionati delle gestioni speciali per i lavoratori autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri).

L'ANF è destinato ai nuclei familiari di:

  • lavoratori dipendenti;
  • soci di cooperative;
  • pensionati dello Stato e degli Enti pubblici territoriali e non, del Fondo...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona