Lorem Riviste

Patent box: il set documentale necessario per la penalty protection secondo l’AE

01 Marzo 2022 |
Il Provvedimento dell'AE attuativo del nuovo patent box dispone la possibilità della preparazione di un adeguato set documentale che contenga le informazioni utili per la determinazione della super–deduzione del 110% dei costi di ricerca e sviluppo sostenuti con riguardo ai beni immateriali. Descrizione e aspetti pratici.
Sommario
Premessa: le indicazioni dell'AE circa il “nuovo” patent box

Il Prov. AE 15 febbraio 2022 n. 48243 ha dato attuazione all'art. 6 DL 146/2021, disciplinante il nuovo patent box, contemporaneamente definendo la struttura e i contenuti della documentazione utile per la disapplicazione delle sanzioni (cd. “penalty protection”).

Sul piano dei requisiti soggettivi, accedono al regime patent box in discorso, previa opzione (quinquennale, irrevocabile e rinnovabile), i soggetti titolari di reddito di impresa che si qualifichino come investitori, cioè come titolari del diritto allo sfruttamento economico degli intangibles agevolabili, che realizzano investimenti in attività di ricerca e sviluppo nell'ambito dell'attività svolta, assumendone i rischi, sostenendone i costi e avvalendosi degli eventuali risultati (punto 1 del Provvedimento). Se tale soggetto non resta inciso dai costi sostenuti per effettuare investimenti in attività rilevanti, non può accedere all'agevolazione patent box. L'agevolazione non spetta ai soggetti che determinano il reddito imponibile su base catastale o forfettaria, o quando siano in stato di liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministra...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona