Lorem Speciali

Agevolazioni temporanee per la prima casa: “Covid 19” e “Under 36”

24 Giugno 2024 |

La pandemia da Covid-19 ha influenzato notevolmente la vita delle persone e delle imprese. A causa delle restrizioni, diversi interventi normativi si sono succeduti al fine di prorogare i versamenti dovuti, ritardare le scadenze e rimodulare alcuni obblighi previsti dalle Leggi vigenti. Anche le norme sulla prima casa sono state oggetto di proroghe e semplificazioni. Inoltre, dal 2021 è stata introdotta una misura temporanea per facilitare l'acquisto della prima casa per i soggetti con meno di 36 anni di età e un ISEE inferiore a 40.000 euro annui.

Prima casa e sospensioni dei termini

Con riferimento alle agevolazioni prima casa, il Decreto Liquidità (DL 23/2020) ha sospeso i termini per fruire del beneficio in scadenza tra il 23 febbraio e il 31 dicembre 2020. La sospensione è stata poi prorogata al 31 dicembre 2021 ad opera della L. 21/2021, di conversione del Decreto Milleproroghe (DL 183/2020) e poi al 31 marzo 2022 ad opera della L. 15/2022, di conversione del Decreto Milleproroghe (DL 228/2021). Da ultimo, la Legge 14/2023 di conversione del DL 198/2022 (c.d. decreto “Milleproroghe”), ha nuovamente sospeso i termini relativi all'agevolazione “prima casa”, dal 1° aprile 2022 fino al 30 ottobre 2023.

In particolare, la sospensione ha riguardato e riguarda:

a) il periodo di 18 mesi dall'acquisto della prima casa entro il quale il contribuente deve trasferire la residenza nel comune in cui è ubicata l'abitazione;

b) il termine di un anno entro il quale il contribuente che ha trasferito l'immobile acquistato con i benefici nei cinque anni successivi, deve procedere all'acquisto di un altro immobile da destinare a propria abitazione principale;

c) il termine di un anno entro il quale il contribuente che abbia acquistato u...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona