Lorem Riviste

Nuovo regime fiscale per i frontalieri svizzeri con impatti generali

24 Luglio 2023 |
La legge di ratifica del nuovo regime fiscale dei frontalieri svizzeri prevede la tassazione concorrente, sia in Italia sia in Svizzera, del reddito di lavoro dipendente, ma al tempo stesso introduce una serie di regole generali, applicabili a tutti i frontalieri, per alleggerire il carico fiscale.
Sommario
Cosa cambia

Il regime fiscale dei lavoratori frontalieri passa da un sistema fondato sulla tassazione esclusiva in Svizzera, dei redditi di lavoro dei frontalieri residenti in Italia, a un sistema di tassazione concorrente in base al quale i frontalieri residenti in Italia sono tassati sia in Svizzera sia in Italia, ma le imposte dovute nel Paese dove l'attività lavorativa è svolta sono ridotte del 20%.

La legge che recepisce il nuovo Accordo bilaterale sui frontalieri svizzeri del 23 dicembre 2020 (L. 83/2023), applicabile dal 2024 fatti salvi i frontalieri che ricadono nel regime transitorio, prevede inoltre una serie di novità sulla tassazione dei frontalieri di portata generale, i cui effetti consentono di alleggerire il carico fiscale di tutti i frontalieri, tra cui l'innalzamento della franchigia di non imponibilità dagli attuali € 7.500 a € 10.000, la deducibilità dei contributi di prepensionamento, nonché l'esenzione da imposte degli assegni familiari.

Ulteriore novità di rilievo, solo per i frontalieri svizzeri, è data dall'introduzione di un sistema che rende non deteriore il trattamento di disoccupazione riconosciuto in Italia rispetto all'indennità di disoccupazione ...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona