Lorem Riviste

Spunti riflessivi in tema di regime forfettario

28 Marzo 2023 |
Il regime forfettario trova applicazione per tutti i contribuenti persone fisiche, senza limiti di età, che svolgano attività d'impresa, arti o professioni e per le imprese familiari e coniugali non gestite in forma societaria. A seguito della Legge di bilancio 2023, il regime cessa di avere applicazione per quanti avranno percepito compensi o ricavi superiori a € 100 mila, senza aspettare l'anno fiscale seguente: il superamento della soglia, nel corso d'anno, può creare problemi con riguardo agli adempimenti.
Sommario
Premessa

È ormai noto che il regime forfettario è un regime fiscale agevolato, destinato alle persone fisiche esercenti attività d'impresa, arti o professioni.

Recentemente la Legge di Bilancio 2023, è intervenuta su detto regime, modificando alcuni commi della normativa originaria, creando alcuni problemi operativi che meritano di essere attenzionati sia dai contribuenti interessati e sia dall'Agenzia delle Entrate.

Riassumendo la normativa per ciò che interessa in questa sede, si ricorda che l'art.1 c. da 54 a 89 L. 190/2014, nota come la Legge di Stabilità 2015, ha introdotto il regime forfettario destinato a piccoli contribuenti. Negli anni, la normativa è stata più volte modificata sia con riferimento ai requisiti di accesso sia in relazione alle cause di esclusione.

Un aspetto rimarchevole rispetto agli altri regimi agevolati applicati in passato, però, è rappresentato dalla possibilità di permanere nel regime forfettario senza limiti di tempo.

Tale regime costituisce, dunque, il regime naturale, in quanto i soggetti che hanno i requisiti prescritti dalla norma non sono tenuti ad esercitare un'opzione, comunicazione preventiva o successiva, per l'ingresso nel regime stesso...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona