Lorem Riviste

Il Milleproroghe interviene su mini-ruoli, definizione, conciliazione e rinuncia agevolata liti pendenti

01 Marzo 2023 |
Nel quadro degli strumenti di definizione agevolata introdotti dall'ultima Legge di bilancio, il Decreto Milleproroghe introduce delle modifiche in tema di stralcio dei debiti fino a € 1000, sulla definizione agevolata delle liti pendenti, nonché su conciliazione/rinuncia agevolata alle controversie in Cassazione (art. 3-bis DL 198/2022 conv. in L. 14/2023). Lettura sintetica delle novità
Sommario
Lo stralcio dei debiti fino a mille euro

La Legge di Bilancio 2023 ha riproposto, nell'ambito delle varie misure della cd “Tregua Fiscale”, lo stralcio dei debiti fino a € 1.000 affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2015 (art. 1 L. 197/2022, c. da 222 a 230).

La determinazione della soglia

Concorrono a determinare la soglia-limite dei € 1.000 la sorte capitale, le sanzioni e gli interessi affidati all'agente della riscossione, senza tener conto degli interessi di mora e dell'aggio. Va considerato il debito effettivo alla data di entrata in vigore della Legge (1° gennaio 2023) e non quello originario.

Termini per l'annullamento automatico

Sono automaticamente annullati i debiti fino a € 1.000, relativi ai carichi affidati agli agenti della riscossione, nell'intervallo temporale indicato in premessa, dalle amministrazioni statali, agenzie fiscali e enti pubblici previdenziali, anche se già inclusi nella cd. “rottamazione-ter” o nel cd. “saldo e stralcio”. Tale annullamento deve essere effettuato alla data del 30 aprile 2023, e non più del 31 marzo 2023, in virtù della modifica operata dal legislatore con il “Milleproroghe”. Per consentire il di...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona