Lorem Riviste

CCI: Le procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento

02 Dicembre 2022 |
Nel presente contributo si prendono in esame le condizioni soggettive ed oggettive di accesso alle diverse procedure di sovraindebitamento con un breve cenno alla composizione negoziata minore (ex art. 25 quater CCII).
Premessa

Il Codice della Crisi d'Impresa e dell'Insolvenza di cui al D.Lgs. 14/2019, integrato con le modifiche apportate dal D.Lgs. 83/2022 (nel prosieguo anche CCII) ed entrato in vigore il 15 luglio 2022 ha dato attuazione ai principi e i criteri direttivi in materia di sovraindebitamento e di esdebitazione, contenuti negli artt. 8 e 9 L. 155/2017, procedendo ad una revisione della disciplina della crisi da sovraindebitamento di cui alla L. 3/2012.

L'intento era quello di armonizzare e coordinare il fenomeno della crisi delle imprese minori e dell'insolvente civile con i principi generali che regolano l'insolvenza e la crisi di impresa, semplificando la regolazione del sovraindebitamento e ampliando l'utilizzo dell'istituto dell'esdebitazione.

Si ricorda che, come statuito dall'art. 390 CCII rubricato “Disposizioni finali e transitorie” le domande di accesso alle procedure di composizione della crisi da sovraindebitamento depositate prima dell'entrata in vigore del Codice continueranno ad essere definite attraverso gli strumenti messi a disposizione dalla L. 3/12, mentre la normativa in materia di sovraindebimento di cui al CCII troverà applicazione esclusivamente per le ...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona