Lorem Riviste

Decreto Aiuti-ter: riversamento del credito di imposta ricerca e sviluppo

24 Novembre 2022 |
Federico Gavioli
Prorogati i termini previsti per regolarizzare, senza addebito di sanzioni e interessi, gli indebiti utilizzi in compensazione del credito d'imposta previsto per investimenti in attività di ricerca e sviluppo. Riassumiamo l'evoluzione della disciplina.
Sommario
Normativa di riferimento

Il DL 144/2022, cd. Decreto Aiuti ter, c.d. Decreto "Aiuti-ter”, convertito con modifiche in L. 175/ 2022 (G.U. 269 del 17 novembre 2022), all'art. 38 proroga i termini per il riversamento del credito di imposta ricerca e sviluppo.

I c. da 7 a 12 dell'art. 5 DL 146/2021, hanno introdotto una procedura per il riversamento spontaneo, senza applicazione di sanzioni e interessi, di crediti d'imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo da parte di soggetti che li hanno indebitamente utilizzati.

Il c. 7, dell'art. 5 Decreto Fiscale 2022, offre ai soggetti che hanno indebitamente utilizzato in compensazione il credito d'imposta per investimenti in attività di ricerca e sviluppo previsto dall'art. 3 DL 145/2013, maturato a decorrere dal periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2014 e fino al periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2019, la possibilità di effettuare il riversamento dell'importo del credito indebitamente utilizzato, senza applicazione di sanzioni e interessi, alle condizioni e nei termini previsti dai c. 8 al 12, dello stesso articolo.

La procedura di riversamento spontaneo è destinata ai soggetti che abbiano ...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona