Lorem Riviste

Autodichiarazione Aiuti Covid-19: le FAQ dell’Agenzia delle entrate

30 Novembre 2022 |
A ridosso della scadenza per la presentazione telematica, l'AE, con apposito provvedimento, proroga il termine di presentazione dell'autodichiarazione sugli Aiuti di Stato. Autodichiarazione che deve essere presentata dalle imprese per attestare che l'importo complessivo dei contributi ricevuti durante la pandemia non supera i massimali del Quadro Temporaneo aiuti di Stato, sezioni 3.1 e 3.12 del Temporary Framework. Il termine slitta al 31 gennaio 2023. La proroga arriva dopo la recente pubblicazione di numerose FAQ sull'adempimento, anch'esse oggetto di ulteriori aggiornamenti.
Sommario
L'obbligo di dichiarazione per gli Aiuti Covid-19

Le imprese le quali hanno beneficiato di aiuti sotto forma di credito d'imposta, contributi a fondo perduto e altri incentivi, rientranti nel c.d. regime ombrello, art. 1 DL 41/2021 e DM MEF 11 dicembre 2021, devono attestare che l'importo complessivo degli aiuti fruiti non supera i massimali di cui alla Sezione 3.1 oppure alla Sezione 3.12 del quadro temporaneo sugli aiuti di Stato, Com. Commissione europea 19 marzo 2020 Temporary Framework.

L'autodichiarazione deve essere presentata da tutti i soggetti richiamati dalla norma, comprese le PMI. L'obbligo salta nel caso in cui, la dichiarazione sostitutiva sia stata già resa in sede di richiesta dei singoli aiuti rientranti nel c.d. regime ombrello, per i quali il relativo modello includeva la dichiarazione sostitutiva (come, ad esempio, l'istanza per il riconoscimento del contributo a fondo perduto perequativo di cui all'art. 1 c. da 16 a 27 DL 73/2021. L'esonero decade nel caso in cui il beneficiario abbia successivamente fruito di ulteriori aiuti tra quelli elencati nel citato art. 1 DL 41/2021.

L'obbligo di autodichiarazione permane anche quando l'impresa abbia:

  • beneficiato d...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona