Lorem Riviste

La riforma del processo tributario: il peso degli ISA, la nuova conciliazione, udienze da remoto, condono in Cassazione

06 Settembre 2022 |

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della Legge 130/2022, è definitiva la riforma del processo tributario. Con diverse tempistiche, dal 16 settembre inizieranno a entrare in vigore le importanti novità, a cominciare dalla nuova denominazione delle Corti di Giustizia tributarie.

Sommario
Dal 16 settembre, sospensive “light” per i punteggi ISA elevati (articolo 2)

La prima novità ad entrare subito in vigore è quella contenuta nell'articolo 2 della nuova legge (intitolato “Ulteriori effetti premiali per i soggetti a cui si applicano gli indici sintetici di affidabilità fiscale”), concernente i vantaggi processuali per i contribuenti con punteggi ISA elevati che saranno esonerati dalla prestazione della garanzia, ai fini della concessione della sospensiva.

Dal 16 settembre (quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, avvenuta giovedì 1° settembre), infatti, sarà in vigore il nuovo testo dell'art. 47 quinto comma D.Lgs. 546/92, in base al quale la prestazione della garanzia è esclusa per i ricorrenti con "bollino di affidabilità fiscale", ossia per quelli ai quali sia stato attribuito un punteggio di affidabilità pari ad almeno 9 negli ultimi tre periodi d'imposta precedenti a quello di proposizione del ricorso, per i quali tali punteggi siano disponibili.

Ciò comporta, pertanto, che, nei confronti dei soggetti ISA virtuosi, cioè quelli che abbiano ottenuto un punteggio almeno pari a 9 nei tre anni precedenti il ricorso, le “nuove” Corti...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona