Lorem Schede d'autore

Smart working

20 Dicembre 2023 |

Il concetto di “lavoro agile" (o “smart working” nella sua versione anglosassone) consiste in una nuova tipologia contrattuale, a tutti gli effetti rientrante nella sfera del lavoro subordinato, finalizzata a promuovere ed incentivare forme flessibili di lavoro, incrementandone la produttività, e favorendo la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro (art. 18 L. 81/2017).

Sommario
Inquadramento

Il c.d. Jobs Act Lavoratori Autonomi (L. 81/2017) in vigore dal giorno successivo alla sua pubblicazione (14 giugno 2017), si compone di due insiemi di norme, volte, da un lato, ad introdurre un sistema di interventi teso ad assicurare un rafforzamento delle tutele sul piano economico e sociale per i lavoratori autonomi che svolgono la loro attività in forma non imprenditoriale (Capo 1) e, dall'altro, a sviluppare, all'interno dei rapporti di lavoro subordinato, modalità flessibili di esecuzione delle prestazioni lavorative, allo scopo di promuovere la competitività e agevolare la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro (Capo 2).

Ed è proprio in quest'ultimo insieme di norme che s'inserisce il concetto di “lavoro agile" (o “smart working” nella sua versione anglosassone) che consiste in una nuova tipologia contrattuale, a tutti gli effetti rientrante nella sfera del lavoro subordinato finalizzata a promuovere ed incentivare forme flessibili di lavoro incrementando la produttività del lavoro stesso e favorendo la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro.

La disciplina richiede indubbiamente un rinnovato approccio al rapporto di lavoro visto nella sua versio...

Contenuto riservato agli abbonati.
Vuoi consultarlo integralmente?

Sei un abbonato

Non sei un abbonato

Se vuoi maggiori informazioni contatta il tuo agente di zona