• Estremi:
    Cassazione penale, 2020,
    • Fatto

      RITENUTO IN FATTO

      1. Con sentenza del 13 maggio 2019 la Corte di Appello di Venezia, in parziale riforma della sentenza del 17 marzo 2015 del Tribunale di Verona, ha rideterminato - con i doppi benefici di legge - in anni uno di reclusione la pena inflitta a H.H., quale legale rappresentante della ditta H.F. Montaggi, per il reato di cui al D.Lgs. 10 marzo 2000, n. 74, art. 10.

      2. Avverso la predetta decisione è stato proposto ricorso per cassazione articolato su sei motivi di impugnazione.

      2.1. Col primo motivo il ricorrente, allegando inosservanza delle norme processuali e vizio motivazionale, ha dedotto l'inutilizzabilità delle dichiarazioni rese dal teste A., esaminato a norma dell'art. 507 c.p.p. benchè mai citato nè indicato nella lista testimoniale (dove era compreso il nominativo del funzionario dell'Agenzia delle Entrate che aveva sottoscritto la denuncia delle irregolarità tributarie dell'imputato, e che aveva delegato...

    • Diritto

      CONSIDERATO IN DIRITTO

      4. Il ricorso è infondato.

      4.1. I primi due motivi vanno esaminati congiuntamente, il secondo essendo una logica derivazione del primo.

      4.1.1. Al riguardo, la Corte territoriale ha sostenuto di ritenere assorbiti i motivi di censura formulati in sede di gravame in relazione alla deposizione testimoniale di A.P., assunta a norma dell'art. 507 c.p.p.. Tutto ciò in ragione dell'infondatezza di altri due motivi di impugnazione, e quindi dell'affermazione comunque di responsabilità dell'odierno ricorrente quanto al contestato reato di cui all'art. 10 cit..

      In ragione di ciò, il ricorrente ha invece sostenuto che il primo Giudice aveva valutato le deposizioni testimoniali, ivi compresa quella dell' A., al fine di giungere alla decisione.

      Va da sè, peraltro, che vi è difetto di interesse concreto e rilevante all'impugnazione e quindi alla verifica della ritualità...



    Contenuto riservato agli abbonati
    Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo