NEWS

Somme a titolo di risarcimento danni: confine per la tassazione


20/05/2022 | La Redazione

Le somme percepite dal contribuente a titolo risarcitorio sono soggette a tassazione solo quando volte a reintegrare un danno consistente nella mancata percezione di redditi (c.d. lucro cessante); non sono invece tassabili quelle intese a riparare un pregiudizio di natura diversa (c.d. danno emergente) (CTR Sardegna 4 aprile 2022 n. 235).

Le somme percepite dal contribuente a titolo risarcitorio - nel caso di specie, per la requisizione di un immobile - sono soggette a tassazione solo quando volte a reintegrare un danno consistente nella mancata percezione di redditi (c.d. lucro cessante); non sono invece tassabili quelle intese a riparare un pregiudizio di natura diversa (c.d. danno emergente).

Trattasi di un principio più volte affermato dalla Cassazione, secondo cui "In tema di ermeneutica contrattuale, l'accertamento della volontà delle parti in relazione al contenuto del negozio si traduce in una indagine di fatto, affidata al giudice di merito e censurabile in sede di legittimità solo nell'ipotesi di violazione dei canoni legali d'interpretazione contrattuale" (cfr. Cass. 23...

Contenuto riservato agli abbonati
Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo