NEWS

OIC adopter: rilevanti gli accantonamenti al fondo rischi recupero ambientale


19/05/2022 | La Redazione

Chiarimento sugli accantonamenti relativi al fondo rischi recupero ambientale. Alle società diverse dalle microimprese si applicano le disposizioni per i soggetti OIC adopter: la classificazione effettuata in bilancio degli oneri di ripristino a titolo di accantonamento assume rilievo ai fini fiscali e l'accantonamento stesso è indeducibile (Risp. AE 18 maggio 2022 n. 272).

L'Agenzia delle Entrate ha fornito un chiarimento in tema di accantonamenti relativi al fondo rischi recupero ambientale.

Secondo il Fisco, alla società, soggetto diverso dalle microimprese, si applicano le disposizioni previste per i soggetti OIC adopter (cosiddetto principio di derivazione rafforzata già previsto per i soggetti IAS adopter). La classificazione effettuata in bilancio degli oneri di ripristino a titolo di accantonamento, dunque, assume rilievo ai fini fiscali, conseguentemente, trattandosi di ipotesi riconducibile all'art. 107 c. 4 TUIR, l'accantonamento stesso è indeducibile. Anche qualora l'onere relativo all'accantonamento dovesse essere iscritto, sulla base della natura della passività, non in corrispondenza delle voci B12 e B13 ma in un altro conto di costo...

Contenuto riservato agli abbonati
Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo