NEWS

Compensi ricevuti dopo chiusura partita IVA: trattamento fiscale


27/04/2022 | La Redazione

Se la partita IVA viene impropriamente chiusa prima che siano concluse tutte le attività ad essa connesse, il contribuente deve riattivare la propria posizione fiscale, emettere fattura e inserire in dichiarazione quanto ha percepito (Risp. AE 26 aprile 2022 n. 218).

La cessazione dell'attività professionale, con conseguente chiusura della partita IVA, non può prescindere dalla conclusione di tutti gli adempimenti conseguenti alle operazioni attive e passive effettuate. Pertanto il contribuente che ha impropriamente chiuso la propria partita IVA prima che fossero concluse tutte le attività ad essa connesse deve:

- riattivare la propria posizione fiscale;

- rendicontare i singoli crediti al momento del loro effettivo incasso tramite l'emissione di una fattura per prestazione di lavoro autonomo;

- dichiarare i suddetti crediti come reddito professionale, utilizzando il modello Redditi Persone fisiche dell'anno di competenza.

Nel caso di specie, un avvocato iscritto all'AIRE da ottobre 2021, in seguito al proprio trasferimento all'estero avvenuto a dicembre 2021, ha chiuso la partita IVA. A gennaio 2022 il tribunale gli comunica il deposito in cancelleria di un decreto di liquidazione dei compensi, avvenuto a dicembre 2021 e relativo a una prestazione professionale conclusa nel 2014. Il contribuente avrebbe potuto in alternativa i) fatturare anticipatamente la prestazione professionale con imputazione dei compensi al momento della chiusura della posizione IVA tra i redditi relativi al 2021 ii) mantenere la partita IVA fino all'ultimazione di tutte le operazioni fiscalmente rilevanti così da consentire l'emissione della fattura e la dichiarazione dei redditi nell'anno d'imposta in cui si sarebbe realizzato l'incasso del credito. Nel caso di specie, non avendo attuato come indicato, il soggetto deve riattivare la propria posizione fiscale e, al momento dell'effettivo incasso dei singoli crediti, emettere fattura e dichiarare i compensi come reddito professionale nel modello REDDITI PF.

Risp. AE 26 aprile 2022 n. 218