NEWS

Zone sismiche: tutte le proroghe della Legge di bilancio


20/01/2022| La Redazione

Si riepilogano di seguito le proroghe contenute nella Legge di bilancio riguardanti le zone sismiche.

Per il 2022 il canone unico patrimoniale non è dovuto per le attività con sede legale od operativa nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, interessati dagli eventi sismici che si sono verificati dal 24 agosto 2016. Il fondo per il ristoro ai Comuni, a fronte delle minori entrate, è aumentato di € 4 milioni per il 2022.

In tema di energia elettrica, acqua e gas, le esenzioni in favore delle utenze localizzate dal 24 agosto 2016 in una zona rossa sono prorogate al 31 dicembre 2022 (art. 2 bis c. 25 DL 148/2017 conv. in L. 172/2017). Per i soggetti danneggiati che abbiano dichiarato l'inagibilità del fabbricato, della casa di abitazione, dello studio professionale o dell'azienda le sospensioni sono prorogate al 31 dicembre 2022 (art. 8 c. 1 ter DL 123/2019 conv. in L. 156/2019).

La normativa sul deposito temporaneo di rifiuti è prorogata al 31 dicembre 2022 (art. 28 c. 7 e 13 ter DL 189/2016 conv. in L. 229/2016). Fino al 31 dicembre 2022, previa certificazione delle Regioni, è inoltre aumentato del 70% il quantitativo di rifiuti non pericolosi, derivanti da attività di costruzione e demolizione conseguenti agli eventi sismici verificatisi dal 24 agosto 2016 (art. 28 bis c. 2 DL 189/2016 conv. in L. 229/2016).

I redditi dei fabbricati ubicati nelle zone colpite dagli eventi sismici dal 24 agosto 2016, purchè distrutti od oggetto di ordinanze sindacali di sgombero adottate entro il 31 dicembre 2018 in quanto inagibili totalmente o parzialmente, anche per il 2021 non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini IRPEF e IRES, fino alla definitiva ricostruzione, e sono esenti dall'IMU fino al 31 dicembre 2022 (art. 48 c. 16 DL 189/2016 conv. in L. 229/2016).

Art. 1 c. 451-456 L. 234/2021