NEWS

Aiuti Covid-19: decreto sull'autodichiarazione


14/01/2022 | La Redazione



Il nuovo decreto MEF reca le modalità di monitoraggio e controllo degli aiuti di Stato. Un provvedimento dell'Agenzia delle Entrate dovrà definire i termini e le modalità di presentazione dell'autodichiarazione che dovranno compilare i beneficiari (DM 11 dicembre 2021).

Il DM MEF 11 dicembre 2021 reca le modalità di monitoraggio e controllo degli aiuti di Stato.

Le disposizioni del DL 41/2021 hanno introdotto un regime-quadro finalizzato a consentire ai soggetti che beneficiano delle misure di sostegno economico di usufruire dei massimali (previsti fino al 31 dicembre 2021) disposti dalla sezione 3.1 del Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell'economia nell'attuale emergenza da Covid, pari a € 800mila per impresa unica, oppure a € 120.000 per le imprese operanti nel settore della pesca e dell'acquacoltura e a € 100mila per le imprese operanti nel settore della produzione primaria, per gli aiuti ricevuti dal 19 marzo 2020 al 27 gennaio 2021, e pari a € 1.800.000 per impresa unica, oppure a € 270.000 per le imprese operanti nel settore della pesca e dell'acquacoltura, e a € 225mila per le imprese operanti nella produzione primaria di prodotti agricoli, per gli aiuti ricevuti dal 28 gennaio 2021 alla data del 31 dicembre 2021.

Al fine del rispetto dei diversi massimali rileva dunque la data in cui l'aiuto è stato messo a disposizione del beneficiario. I soggetti che hanno fruito degli aiuti devono presentare all'AE un'autodichiarazione nella quale attestino che l'importo fruito complessivamente non supera i detti massimali.

Un provvedimento dell'Agenzia delle Entrate dovrà a questo punto definire i termini e le modalità di presentazione dell'autodichiarazione, nonché il suo contenuto.

DL 41/2021