NEWS

Ricorso contro verbale di pignoramento del veicolo e calcolo del contributo unificato

28/12/2021| La Redazione

Nell'ipotesi di ricorso presentato contro un verbale di pignoramento di veicoli, il contributo unificato deve essere parametrato al valore dell'atto impugnato contenuto nelle cartelle di pagamento notificate al contribuente.

Nel caso in esame, l'atto di irrogazione sanzioni era stato preceduto dall'avviso bonario al pagamento, dove si invitava il ricorrente al pagamento dell'importo di € 1.500 di contributo unificato, nel termine di 30 giorni dalla notifica, in quanto al momento del deposito non era stato versato alcun importo a titolo di contributo unificato ed era stato impugnato un atto di oltre € 200.000 (di sole imposte). Nello stesso avviso venivano indicate le modalità e il termine entro il quale effettuare il versamento con la specificazione che "ove il pagamento fosse stato omesso o effettuato in ritardo" sarebbe stata irrogata con separato successivo provvedimento, ai sensi dell'art. 16 c. 1 bis DPR 115/2002, la sanzione commisurata ai giorni di ritardo nel pagamento con specifica indicazione delle percentuali applicate. Corretta la ricostruzione dell'Ufficio: nel processo tributario per valore di lite si intende infatti l'importo dell'imposta o del tributo, al netto degli interessi e delle eventuali sanzioni irrogate con l'atto impugnato. In caso di controversie relative esclusivamente alle irrogazioni di sanzioni, il valore è costituito dalla somma di queste.

CTP Milano 27 ottobre 2021 n. 4096