NEWS

Immobile locato a condominio: sì alla cedolare secca

25/11/2021| La Redazione

L'acquirente di un immobile abitativo (A/2) già locato a condominio, dopo la stipula del contratto di compravendita, potrà esercitare l'opzione per la cedolare secca, appurando che il condominio non eserciti attività di impresa e l'immobile sia destinato all'uso abitativo del custode; inoltre, il neo locatore non dovrà agire in esercizio di attività di impresa (art. 3 D.Lgs. 23/2011).

Rispondendo ad un interpello, l'AE ha chiarito che l'istante, locatore persona fisica, nel presupposto che non agisca nell'esercizio di un'attività di impresa, o di arti e professioni, può optare per il regime della cedolare secca.

Poiché il trasferimento per atto tra vivi della proprietà di un immobile locato comporta il subentro nella titolarità del contratto di locazione senza soluzione...

Contenuto riservato agli abbonati
Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo