NEWS

Transazione fiscale nel concordato preventivo: chi decide sul voto negativo del Fisco

24/11/2021| La Redazione

Se nell'ambito di un concordato preventivo è proposta una transazione fiscale e l'amministrazione fiscale si esprime negativamente sulla proposta, la società che ha proposto il concordato deve impugnare tale diniegoinnanzi al tribunale fallimentare competente e non innanzi alla commissione tributaria provinciale competente.

Secondo le Sezioni unite, la transazione fiscale si inserisce come un sub-procedimento all'interno della procedura madre che è il concordato preventivo, rendendo prevalente la ragione concorsuale su quella fiscale. La manifestazione di voto si traduce infatti in una mera manifestazione di volontà del singolo creditore sulla quale è funzionalmente competente a decidere il tribunale fallimentare.

Cass. SU 22 novembre 2021 n. 35954