Emergenza Covid-19: l'impatto della normativa d'urgenza sugli adempimenti societari


15/04/2020 | Monica Biella, Claudia Pavanello

A seguito dell'emergenza sanitaria sono state adottate alcune misure urgenti, fra le quali si registrano quelle volte al temporaneo cd. freezing dell'operatività delle norme codicistiche in tema di scioglimento delle società per riduzione del capitale sociale al di sotto del minimo legale e postergazione dei finanziamenti effettuati dai soci o da chi esercita attività di direzione e controllo. Tale disapplicazione ha carattere contingente e sarà applicabile sino al prossimo 31 dicembre.

Inquadramento

La pandemia mondiale, riconducibile al Covid-19, sta avendo, purtroppo, un significativo impatto sulla esistenza non solo delle persone fisiche, ma anche delle imprese.

La limitazione delle attività economiche, imposta dalla normativa d'urgenza, sta inevitabilmente stravolgendo i contesti in cui, fino a poco tempo fa, operavano le realtà aziendali, le quali, oggi, si trovano a dover affrontate problematiche relative non solo agli adempimenti/inadempimenti contrattuali, ma anche quelle connesse ad una inaspettata ed imprevedibile crisi di liquidità.

In questo momento, le imprese italiane devono agire tempestivamente per tutelare e garantire la propria continuità aziendale, passando da una riorganizzazione interna di emergenza.

Purtroppo, la problematica in esame sta riguardando l'intero panorama della imprenditoria nazionale, colpendo anche quelle realtà aziendali...

Contenuto riservato agli abbonati
Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo