NEWS

Concordato preventivo: limiti al soddisfacimento del creditore pignoratizio


21/11/2022 | La Redazione

Il soddisfacimento del credito del creditore pignoratizio può essere ridotto degli esborsi inerenti l'avvio e lo svolgimento della procedura concordataria (Trib. Roma 13 ottobre 2022).

In materia di concordato preventivo, il creditore proponeva reclamo contro il piano di riparto finale del liquidatore giudiziale, sollevando contestazioni circa le modalità di distribuzione delle somme ottenute a seguito della cessione di beni oggetto di garanzia prelatizia.

In particolare, al liquidatore giudiziale veniva contestato che nel piano di riparto finale, egli aveva imputato gli oneri di carattere generale indistintamente sulla massa mobiliare e immobiliare, seguendo unicamente un criterio di proporzionalità del valore realizzato a seguito delle cessioni.

Il tribunale di Roma, rigettando il reclamo proposto, si pronuncia statuendo che, tenuto conto del dato legislativo (contenuto negli artt. 111, 111 bis e 111 ter L.Fall. e attualmente riprodotti negli artt. 221, 222 e 223 CCI) e della sua corretta esegesi, la riduzione della...

Contenuto riservato agli abbonati
Fai LOGIN o ABBONATI per accedere al contenuto completo